Il Blog di Enrico Baroncelli

Pubblicato in Opinioni

IL SINDACO GATTINONI SULLA SCOMPARSA DI MARAI

Sabato, 19 Dicembre 2020 08:02 Scritto da  Comune di Lecco

Lecco piange la scomparsa di Mario Marai, storico fotografo capace d'immortalare la vita della nostra comunità: dalle manifestazioni sportive agli eventi, dalla montagna alla politica, passando per le imprese della Calcio Lecco. Mario era un grande professionista, una persona educata e spiritosa, un uomo perbene.

Conservo un ricordo particolarmente affettuoso per Mario, un ricordo che si accompagna ai 4 anni in cui ho avuto il piacere di lavorare con lui nella redazione del Giornale di Lecco apprezzandone la lealtà, la puntualità e anche il perenne senso critico che usava accompagnare con un'innata ironia.
Con Mario se ne va quel volto simpatico e "popolare" del Giornale di Lecco, quell'uomo capace di mettere in fila tutti quanti per una bella foto: che siano i politici della città, o i chierichetti della Basilica, la squadra del Lecco o la mangiata dei coscritti. Quando c'era Marai c'era la notizia. Ha raccontato decenni di fatti e di cronaca della nostra città, dai grandi eventi alle piccole storie quotidiane, sempre presente sul campo, infaticabile, fino all'ultimo "click".

A nome dell'Amministrazione comunale e di tutta la comunità lecchese, esprimo il mio sincero cordoglio per la scomparsa di Mario Marai e la mia vicinanza alla sua famiglia, in particolare ai figli Anna e Marco e agli amati nipoti e bisnipoti".

Ultima modifica il Sabato, 19 Dicembre 2020 08:04

Articoli correlati (da tag)

  • A LECCO UNA VIA FITTIZIA PER I SENZA DIMORA

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

    Il Comune di Lecco inaugura una via immaginaria alla quale ricondurre il domicilio delle persone senza fissa dimora, fino a oggi convenzionalmente iscritte nei registri anagrafici come residenti in piazza Diaz 1, sede del municipio.

    I Comuni sono infatti tenuti a registrare nell'anagrafe della popolazione residente le persone senza fissa dimora che vivono nel territorio comunale e fino a oggi​, i cittadini di Lecco senza un domicilio, risultavano all’anagrafe come residenti in piazza Diaz 1, con conseguenze dal punto di vista statistico​, anagrafico e pratico all'atto di un'estrazione e di un'elaborazione dei dati della popolazione residente. La via fittizia, pur non esistendo dal punto di vista territoriale, ha equivalente valore giuridico, permette ai cittadini di Lecco che si trovano in questa situazione il rilascio della carta di identità e garantisce loro i diritti e l’accesso a tutte le prestazioni di cui hanno diritto i residenti.

    Nell'anno del centenario dalla nascita e del 40° dalla morte del Premio Andersen Gianni Rodari, la Giunta comunale di Lecco ha voluto dedicare proprio all'indimenticato scrittore questa via fittizia, nominandola "via Sogni di Gianni Rodari n.1000".

    “Abbiamo risposto con questa soluzione tecnica a una questione anagrafica nota agli addetti ai lavori – spiega l’assessore ai Servizi istituzionali generali Roberto Pietrobelli - e nel farlo abbiamo colto l’occasione di omaggiare un autore senza tempo proprio nell’anno del centenario della sua nascita. L’utilità di questa via fittizia, già adottata da diverse altre municipalità prima della nostra, risiede nella necessità di sganciare da un indirizzo reale una residenza priva di una collocazione territoriale, ma comunque valida ai fini anagrafici”.

  • LA TORRE VISCONTEA ORA E` DEL COMUNE DI LECCO

    Torre Viscontea, firmato l'atto notarile
    Sancito il passaggio di proprietà al Comune di Lecco: "un bel regalo di Natale per la città"

    Sottoscritto martedi 22/12 a Milano, presso la sede della Direzione Generale Lombardia dell'Agenzia del Demanio, l’atto notarile di trasferimento di proprietà della Torre Viscontea al Comune di Lecco. Il passaggio del bene nel patrimonio comunale avviene a titolo gratuito a fronte della presentazione di un programma di valorizzazione del valore di circa 1.500.000 euro da perfezionare in 3 anni approvato dal Ministero per i beni e le attività culturali.

    L'edificio di grande valore artistico e archeologico, parte integrante del sistema di fortificazioni a difesa della città, ospita uno dei poli del Sistema Urbano Museale Lecchese, dedicato alle esposizioni temporanee e sarà sottoposto a una serie di interventi che consentiranno ai visitatori di trovarvi non solo la storia medievale del manufatto, ma anche quella della città, nonché un approfondimento sugli itinerari manzoniani.

    "L'acquisizione nel patrimonio comunale della Torre Viscontea rappresenta un bel regalo di Natale per la città di Lecco - commenta l'assessore al patrimonio Maria Sacchi. Ringrazio il dirigente Luca Gilardoni e i collaboratori dell'ufficio patrimonio per il lavoro congiunto con il settore cultura e il suo dirigente Massimo Gatti, che ci ha consentito di raggiungere un obiettivo importante, intrapreso dall'Amministrazione che ci ha preceduto. Adesso si apre un nuovo capitolo e punto di inizio relativo al progetto di riqualificazione di questo prestigioso manufatto storico, che ci ricorda il passato medievale di Lecco. Ci sarà un lavoro di condivisione con i miei colleghi assessori Giovanni Cattaneo e Simona Piazza per costruire un percorso di valorizzazione che si integri nel nostro progetto complessivo sulla città".

  • BUONI SPESA PER FAMIGLIE IN DIFFICOLTA`

    Lecco Solidale: iniziative a sostegno delle famiglie e del commercio

    Pronta una nuova fase dei buoni spesa destinati all’acquisto di generi alimentari
    e prodotti di prima necessità: parte l’iniziativa “Lecco solidale” che mette a
    disposizione delle famiglie 256.240,50 euro come risposta urgente ai bisogni.
    Il Comune di Lecco assegnerà i buoni spesa seguendo due criteri-chiave (vedi allegato): una
    valutazione dell’indice ISEE della famiglia o l’emergere di nuove situazioni economiche di
    difficoltà, prevalentemente dovute all’impossibilità di svolgere la propria attività lavorativa a
    causa della pandemia.

    “Intendiamo garantire, nei limiti del possibile e nel modo più immediato, il sostegno dei
    nuclei familiari economicamente più in difficoltà per le conseguenze dell’emergenza sanitaria
    – sottolinea l’assessore al Welfare del Comune di Lecco Emanuele Manzoni -, con una
    misura che si aggiunge ai differenti bonus statali e regionali attivati e alle misure di sostegno
    al reddito a favore di persone e nuclei con redditi bassi”.
    L’intervento del Comune si inserisce nell’ambito delle “Misure urgenti di solidarietà
    alimentare” introdotte dal Decreto Legge n. 154 del 23 novembre scorso con un’attenzione
    particolare a coinvolgere in questa rete solidale i negozi presenti nei vari rioni della
    città.
    Il primo passo sarà quello dell’accreditamento: le famiglie che intendono far richiesta dei
    buoni spesa e gli esercizi commerciali disponibili ad aderire avranno a disposizione una
    piattaforma online e un team di operatori dedicato alla gestione delle domande.

     

    L’iniziativa è possibile attraverso una partnership con l’impresa sociale Girasole e la
    collaborazione con il Progetto Valoriamo, in un quadro di consolidata integrazione in
    ambito sociale tra l’azione della pubblica amministrazione e i soggetti del terzo settore e del
    volontariato locali.
    I buoni spesa saranno erogati sotto forma di voucher cartacei da 20 euro e potranno
    essere spesi per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità,
    farmacie e parafarmacie incluse, in tutti i punti-vendita che da gennaio
    aderiranno alla proposta “Lecco solidale”.
    La famiglia potrà scegliere dove spendere questi voucher con un’importante novità: almeno
    il 40% di questa spesa dovrà essere fatta presso i piccoli commercianti di prossimità
    accreditati.
    “La finalità di questa misura è duplice - sottolinea l’assessore al Commercio e attività
    produttive del Comune di Lecco Giovanni Cattaneo -, perché andiamo a sostenere da un
    lato i nuclei familiari in difficoltà, dall’altro iniettiamo nel sistema economico lecchese denari
    destinati proprio a quelle piccole imprese commerciali di prossimità che rappresentano un
    punto di riferimento per i nostri rioni, alimentando un circolo virtuoso di risorse.”.
    La fase di accreditamento inizierà lunedì 4 gennaio, tutte le informazioni per accedere alla
    piattaforma per registrarsi e compilare la domanda saranno disponibili sul sito del Comune
    di Lecco.

    Il Buono Spesa Lecco Solidale è destinato ai nuclei familiari residenti al Lecco che si trovano in una delle due
    seguenti condizioni:
    A. Isee fino a € 7.500,00. In considerazione dello stato di emergenza sanitaria, in via straordinaria, le attestazioni
    ISEE 2020 in scadenza il 31.12.2020 saranno considerate valide ai fini della presentazione di istanze per la
    concessione di buoni spesa in alternativa alle attestazioni ISEE 2021 (in elaborazione da gennaio 2021)
    oppure
    B. Reddito IRPEF 2019 dell’interno nucleo fino a € 30.000,00
    con saldo al 30 novembre 2020 dei differenti c/c del nucleo anagrafico fino a € 5.000,00
    che a causa dell'emergenza sanitaria e delle misure restrittive di contrasto, un componente della famiglia ha
    dovuto interrompere/sospendere la propria attività (titolare/dipendente...) causando al nucleo uno stato di
    bisogno e di difficoltà economica

  • APPELLO ACCENDE LE LUCI SUL DALIA

    Per Natale ripartiamo da una scuola, guardando al futuro!

    Come da consolidata tradizione, anche quest'anno Appello per Lecco vuole condividere con tutti i cittadini - grandi e piccoli - la magia delle luci di un albero di Natale. L'albero illuminerà il battello Dalia, il nostro quartier generale, così che possa essere visibile dal lungolago e possa strappare un attimo di felicità o almeno serenità, a coloro che passeggiano in centro.
    L'accensione avverrà sabato 19 alle 18.30, onde evitare assembramenti stante l'attuale situazione pandemica, non intendiamo organizzare alcun evento collegato.

    Vogliamo però contribuire a un messaggio di speranza per tutti e alla Città di Lecco.
    Desideriamo quindi proporre di unire le nostre forze a quelle dell'Associazione Amici dei Musei del territorio lecchese e di avviare un'iniziativa di raccolta di fondi con lo scopo di raccogliere risorse per restaurare un'opera d'arte di grande valore storico e culturale, localizzata nel giardino di una delle nostre scuole.
    Si tratta di una fontana progettata nel 1971 dagli artisti Giansisto Gasparini (Casteggio, PV 1924 – Lecco 2019) e Dino Paolini (Lonigo, VC 1926 – Milano 2013) dedicata alla Resistenza, collocata nel giardino della scuola primaria Santo Stefano.
    Una legge del '60 prevede, infatti, che ogni nuovo edificio pubblico costruito sia abbellito da un’opera d'arte scelta con regolare concorso. Così, grazie all'iniziativa dell’allora Sindaco in carica Guido Puccio, venne affidata la realizzazione del bronzo a Dino Paolini, autore del bronzetto vincitore del concorso.

    Ci piace l'idea di un progetto che coinvolge una scuola, perché dalle Scuole dovrà ripartire questo Paese se vogliamo dare uno sguardo al futuro.
    Per dare avvio all'iniziativa, domenica 20 sarà possibile prenotare primi piatti da asporto al Ristorante Il Giardino (per prenotare gnocchi di zucca al costo di euro 13 a porzione, telefonare allo 0341.422028). Parte del ricavato dell'iniziativa andrà ad aggiungersi al fondo stanziato per il restauro che sarà curato dal Maestro Luzzana.
    Si tratta di piccoli gesti, ma pensiamo in questo modo di dare un messaggio di presenza e vicinanza, di volontà di prendersi cura di una città ferita che saprà tornare bella se ognuno di noi non si chiuderà in se stesso, ma cercherà un nuovo inizio nello sguardo dei propri concittadini.

  • Nuovi fondi per la manutenzione dei sentieri

    Investimento di 80.000 € per il fondo “Lecco ama la montagna”

    2010 giovanni cattaneoAvere cura dell’area montana e valorizzare il territorio: con questo fine la Giunta comunale ha voluto stanziare un finanziamento ulteriore per la manutenzione dei sentieri attraverso il protocollo d’intesa “Lecco per la Montagna”.

    “Parliamo di 80.000 € per la manutenzione dei nostri sentieri per i prossimi due anni – è il commento dell’assessore all’Attrattività territoriale, con delega alla Montagna, Giovanni Cattaneo –. Vogliamo continuare a prenderci cura della montagna e a investire in un’ottica di maggiore attrattività sportiva e turistica e di una migliore accoglienza per le famiglie”.

    Il finanziamento s’inserisce nel fondo “Lecco ama la montagna” istituito dal Comune di Lecco con la sezione lecchese del CAI e la Fondazione Comunitaria del Lecchese. Questo fondo ha già promosso due iniziative per le montagne del territorio cittadino: la mappatura dei sentieri, già portata a compimento, e la posa di nuova segnaletica.

    “Il materiale per la nuova segnaletica è stato portato in quota: 950 frecce che, complessivamente, saranno installate sulle nostre montagne. Questa iniziativa - conclude l’assessore Giovanni Cattaneo - prevede anche un lato di nuova occupazione e di formazione specifica per gli operatori delle cooperative sociali coinvolte”.

Lascia un commento