Stampa questa pagina
Pubblicato in Opinioni

UNA FOLLIA RIAPRIRE GLI ASILI NIDO L'11 MAGGIO

Venerdì, 08 Maggio 2020 07:23 Scritto da  Ciresa

Elezioni Lecco, Ciresa: “Gattinoni propone la riapertura asili nido l’11 maggio? Mi auguro sia un fraintendimento frutto della confusione da quarantena”

“Leggo con stupore e non poca preoccupazione la nota con cui la lista civica del candidato delle sinistre Mauro Gattinoni, propone la riapertura degli asili nido cittadini per l’11 maggio cioè esattamente tra 4 giorni” dichiara Peppino Ciresa, candidato sindaco della coalizione di centrodestra.

“Mi auguro che questa proposta, se così si può definire, non sia frutto di un momentaneo disorientamento dovuto all’inizio della ‘Fase 2’ "- ha spiegato Peppino Ciresa- “ Gattinoni purtroppo dimostra di non avere il senso della praticità e soprattutto della realtà: si rende conto che un’idea del genere coinvolge più di 500 bimbi di un’età in cui il cosiddetto distanziamento sociale è impossibile?”.

"E alla tutela degli educatori, ci ha pensato? ” - ha rimarcato Ciresa– “il candidato delle sinistre sa che negli asili lecchesi ogni sette bambini c’è un educatore? si rende conto che bisogna aspettare protocolli di valenza nazionale, adeguatamente predisposti, che determinino come affrontare la situazione?”.

“È evidente che si tratta di una boutade elettorale, Gattinoni non ha pensato che per assolvere ai nuovi obblighi dovranno essere fatti degli interventi infrastrutturali importanti, che necessitano di tempo e che sicuramente in pochi giorni non si possono magicamente realizzare? ” chiede il candidato del centrodestra.

“Nella nota, inoltre, si sottolinea come i nidi privati, siano fondamentali per i servizi della nostra città, e che l’attuale situazione sta facendo rischiare la loro chiusura definitiva, un’evidenza che condivido.” - spiega Ciresa “A questo proposito, mi sono messo in contatto con alcune figure apicali degli enti gestori del privato sociale che mi hanno espresso tutta la loro preoccupazione, soprattutto visto che non hanno avuto alcun contatto da parte dell’amministrazione comunale, una circostanza che Gattinoni dovrebbe sottolineare all’attuale Sindaco, visto che si ritiene il suo erede politico”.

“In queste settimane in cui ho deciso di sospendere la campagna elettorale, Gattinoni ha invece continuato la sua con incontri virtuali, sottolineando che stesse portando avanti un dialogo fatto di ascolto e proposta: un modo essenziale per declinare il programma elettorale, peccato che però questo metodo non lo applichi propriio. Lancia le proposte sugli asili nido la domenica quando ha gli incontri su quel tema il giovedì successivo mi sembra un modo davvero efficace per fare sintesi” continua il candidato del centrodestra.

“La coalizione delle sinistre, in una nota del 23 aprile, rimarcava come la campagna elettorale del loro candidato si potesse sintetizzare nella frase “Sì al lavoro progettuale. No alla propaganda elettorale”, con rammarico non posso constatare che in realtà stanno facendo esattamente il contrario, pensavo che con Gattinoni ci potesse essere un confronto sulle reali esigenze della città, evidentemente mi son sbagliato perché mi pare ben lontano dalle reali necessità dei lecchesi” sottolinea Ciresa.

“Sono certo, che il silenzio dell’attuale amministrazione, dimostri e certifichi, se davvero ce ne fosse il bisogno, quanto sia un’ipotesi davvero impercorribile questa visione proposta dalla lista di Gattinoni: un’idea che tra l’altro non fa altro che confondere ulteriormente le famiglie che sono, giustamente, in difficoltà nella gestione dei loro piccoli e alle quali non posso che esprimere la mia solidarietà, in attesa che dagli enti preposti arrivino indicazioni chiare e certe per la gestione dei loro figli” conclude Peppino Ciresa.

Ultima modifica il Venerdì, 08 Maggio 2020 07:25
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto

Articoli correlati (da tag)