Amministratore

Amministratore

Giovedì, 16 Luglio 2020 07:31

CNA CHIEDE DI RINVIARE LE TASSE

CNA: “Mancano solo cinque giorni alla maxi-scadenza del 20 luglio.

Il Governo rimandi i versamenti perlomeno al 16 ottobre.

Artigiani e piccoli imprenditori non ne possono più”

“A cinque giorni dalla maxi-scadenza fiscale del 20 luglio il governo non ha ancora fornito la risposta tanto attesa: lo slittamento dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, dell’Iva e dell’Irap, come già chiesto nei giorni scorsi dalla CNA. Gli artigiani e i piccoli imprenditori non ne possono più. La stragrande maggioranza dei soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli Indici sintetici di sostenibilità o che sono in regime forfetario o in regime di vantaggio denuncia difficoltà molto serie nell’adempiere alla corretta liquidazione delle imposte dovute.

A creare queste difficoltà non sono solo i, comprensibili, problemi di liquidità ma anche i ritardi nella determinazione degli importi da versare accumulati nel periodo in cui la gestione dei provvedimenti legati all’emergenza è stata in cima ai pensieri degli imprenditori. Il Governo non perda nemmeno un minuto a emanare questo provvedimento di buon senso rimandando i versamenti perlomeno al 16 ottobre, evitando così l’affollamento di adempimenti fiscali già previsti a settembre”. Lo si legge in un comunicato della CNA.

Letto 60 volte
Vota questo articolo

ACCESSO LAGO GUEGLIA - OLGINATE

Vista l’attuale situazione connessa all’emergenza Covid 19, prima sanitaria e oggi socioeconomica, e assunto che è possibile tanti concittadini non trascorrano altrove il periodo estivo, il Circolo PD di Olginate, a seguito di un approfondito confronto interno, ha proposto all’Amministrazione di prendere in considerazione la possibilità di organizzare l’accesso al lago nell’area individuata presso la località Gueglia, contemplando anche altri punti sul lungolago olginatese.

Il suggerimento elaborato dal circolo PD olginatese si inserisce nell’ambito di un processo più ampio di riqualificazione di diversi tratti del lungolago già avviato dall’Amministrazione e vedrebbe la pulizia e l’allestimento della zona prescelta al fine di consentire l’accesso al lago tanto agli olginatesi, quanto a un bacino di riferimento che potenzialmente si estende anche ai territori limitrofi.
La realizzazione di tale idea anche in ottica turistica verrebbe innanzitutto rafforzata da una collaborazione con il mondo associativo che anima il contesto cittadino e che già in altre occasioni ha manifestato cura nei confronti del lungolago. In futuro sarebbe quindi auspicabile il coinvolgimento anche di soggetti privati per addivenire ad accordi aventi a oggetto la manutenzione temporanea di aree circostanti la Gueglia al fine di consentirne la fruibilità della comunità, incrementandone il valore per il privato.

Nella consapevolezza delle difficoltà legate alla situazione attuale, il Circolo PD di Olginate esprime l’auspicio di un accoglimento del presente invito da parte dell’Amministrazione e si augura che questa iniziativa possa rappresentare una per quanto piccola tappa all’interno di un più ampio percorso di valorizzazione del lungolago in termini sia di luogo di aggregazione, sia di attrazione turistica per olginatesi e non.

PD Circolo di OLGINATE

Letto 55 volte
Vota questo articolo
Mercoledì, 15 Luglio 2020 07:42

IL 16/07 INCONTRO DEI SINDACI PER GATTINONI

in Eventi

Lecco Città Capoluogo: i Sindaci per Mauro

Giovedì 16 luglio, alle ore 21, presso la piattaforma a lago di Lungolario Isonzo, si terrà l’evento “Lecco Città Capoluogo – I Sindaci del territorio per Mauro Gattinoni Sindaco”. L’iniziativa vedrà alcuni Sindaci del territorio lecchese uniti nel sostegno al candidato Sindaco di Lecco per il Centro-sinistra Mauro Gattinoni.
Saranno presenti:
Marco Passoni (Olginate)
Giuseppe Conti (Garlate)
Paolo Lozza (Vercurago)
Flavio Polano (Malgrate)
Paolo Lanfranchi (Dolzago)
Chiara Narciso (Oggiono)
Giovanni Montanelli (Galbiate)
Antonio Rusconi (Valmadrera)
Virginio Brivio (Lecco)

Dopo l’apertura del candidato Sindaco Gattinoni, i Sindaci tratteranno - attraverso brevi interventi - degli argomenti più sensibili e attuali del nostro territorio: dalle infrastrutture provinciali alla sanità, dai servizi alla persona e alla famiglia fino alla scuola, dalla cultura al turismo, passando per il tema della governance e delle partecipate.
“Questa serata vuole mettere l’accento sull’importanza per Lecco di fare rete, di essere capace di guidare lo sviluppo dell’intero territorio – commenta Mauro Gattinoni –. Coordinandosi con gli altri comuni da comune capoluogo di provincia, Lecco ha il compito di proporre e mettere in pratica una visione territoriale condivisa”.
L’iniziativa è aperta al pubblico. In caso di maltempo l’evento si sposterà presso la sede della coalizione di Centro-sinistra “Fattor Comune” (viale Dante 18, Lecco).

Letto 74 volte
Vota questo articolo

 Il candidato del centrodestra: “Dalla valorizzazione della montagna lecchese passa il futuro della città”

 “In occasione della Giornata regionale delle Montagne, istituita dal Consiglio regionale lombardo che ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare i territori montani e sostenere la gente che in montagna vive e lavora, oggi con la coalizione del centrodestra abbiamo realizzato un flash mob per lanciare la nostra proposta programmatica ‘Lecco: capitale dell’alpinismo’ ” dichiara Peppino Ciresa, candidato Sindaco della coalizione di centrodestra.

“Non un semplice motto o proposta da libro dei sogni”- spiega Peppino Ciresa - “Lecco, infatti grazie a figure immortali come Riccardo Cassin, uno dei miei maestri di vita, Carlo Mauri, Casimiro Ferrari e Mariolino Conti è indissolubilmente legata all’alpinismo, tutta questa storia di uomini e di spedizioni però non è adeguatamente valorizzata e per questo riteniamo che debba essere accostato in maniera ufficiale alla nostra città il brand di ‘capitale dell’alpinismo’ ”.

 

“Un semplice, ma significativo gesto che segnerà l’inizio di un percorso che porterà a ripercorrere e strutturare in maniera adeguata la storia cittadina, così che non si sprechino mai più occasioni come quella di Lecco città alpina 2013. Tale brandizzazione sarà abbinata a molteplici azioni perché per valorizzare la lunga tradizione montana di Lecco e dei suoi Ragni, non è sufficiente solamente il museo della montagna, ma devono essere realizzati momenti e iniziative esperienziali che possano attrarre il turista nell’ottica di rivivere e non solo visualizzare” rimarca il candidato del centrodestra.

“Le nostre ferrate Gamma 1, Gamma 2 e Medale sono certo che presto potranno tornare a essere utilizzate anche grazie all’impegno e al lavoro del sottosegretario Antonio Rossi che ha portato all’attenzione dell’ente regionale la richiesta di ripristino” - sottolinea Ciresa -“Naturalmente una volta realizzata la sistemazione, non ci si potrà unicamente limitar a tale atto, ma il Comune dovrà sviluppare politiche di ulteriore valorizzazione di queste vie che permettono a Lecco di essere la casa dell’alpinismo italiano”.

“É proprio per questo oggi lanciamo le nostre proposte dal pizzo d’Erna”- prosegue il candidato del centrodestra - "un angolo della città che insieme a tutti Piani d’Erna e ai Resinelli sono luoghi ideali per la crescita di quel settore del turismo del lago di Como -sport, leisure, wellness - che è il dato identitario del lecchese su cui punteremo con forza in sinergia con il privato”.

“Sistemare, riqualificare e segnalare i percorsi che da Lecco salgono le pendici delle montagne, con la creazione di punti di sosta per le famiglie e con parcheggi adeguati agli accessi, può concretamente portare allo sviluppo della promozione della media montagna. Il crescente numero di appassionati della bicicletta, in particolare di quella a pedalata assistita, può essere ulteriormente implementato grazie alla creazione di percorsi adatti a tutti, che partendo dalla città raggiungano in sicurezza le montagne permettendo così di conoscere e ammirare Lecco e i suoi rioni da nuove prospettive” continua Ciresa.

 

“Le nostre montagne sono state una palestra di vita per leggende dell’alpinismo internazionale il cui legame con Lecco rischia di sbiadirsi con il passare del tempo, questo non possiamo permetterlo: con Lecco capitale dell’alpinismo siamo certi che invertiremo la rotta e riporteremo in alto la nostra città e la sua storia” conclude Peppino

Letto 76 volte
Vota questo articolo

Siccome nella vita ho anche altre cose da fare, difficilmente riesco a seguire più di un sito alla volta.
Come qualcuno di voi forse sa, negli ultimi due mesi mi sono dedicato a un nuovo sito che nasce dalla Valsassina, ma si occupa anche di tematiche più generali, in collaborazione col mio amico di lunga data Riccardo Benedetti (il direttore della Sagra delle Sagre) e con il gruppo Valbiandino, che l'anno scorso, nelle elezioni del 24 Maggio 2018, ha riconfermato come Sindaco del Comune di Introbio Adriano Airoldi.

IL nuovo sito infatti si chiama www.valbiandino.net , un sito che tra l'altro sta andandando benissimo, più delle nostre più ottimistiche previsioni.

E' lì quindi che vi invito ad andare, troverete i nostri aggiornamenti, articoli, eventi, notizie e comunicati stampa.
Leucensia continuerà ad andare avanti ma pe ril momento in tono ridotto.
Grazie a tutti per la comprensione, ci troviamo su www.valbiandino.net

Enrico Baroncelli

Letto 36 volte
Vota questo articolo

Siccome nella vita ho anche altre cose da fare, difficilmente riesco a seguire più di un sito alla volta.
Come qualcuno di voi forse sa, negli ultimi due mesi mi sono dedicato a un nuovo sito che nasce dalla Valsassina, ma si occupa anche di tematiche più generali, in collaborazione col mio amico di lunga data Riccardo Benedetti (il direttore della Sagra delle Sagre) e con il gruppo Valbiandino, che l'anno scorso, nelle elezioni del 24 Maggio 2018, ha riconfermato come Sindaco del Comune di Introbio Adriano Airoldi.

IL nuovo sito infatti si chiama www.valbiandino.net , un sito che tra l'altro sta andandando benissimo, più delle nostre più ottimistiche previsioni.

E' lì quindi che vi invito ad andare, troverete i nostri aggiornamenti, articoli, eventi, notizie e comunicati stampa.
Leucensia continuerà ad andare avanti ma pe ril momento in tono ridotto.
Grazie a tutti per la comprensione, ci troviamo su www.valbiandino.net

Enrico Baroncelli

Letto 49 volte
Vota questo articolo

Fase 2 CNA: “Più tavoli all’aperto nelle città italiane
per far ripartire ristorazione e turismo”

“Più tavoli all’aperto nelle città italiane per far ripartire ristorazione e turismo”. A lanciare
l’appello la CNA. “Si tratta di una misura necessaria per far ripartire ristorazione e turismo
nelle piazze e nelle strade delle città, dei borghi e sui lungomare delle città rivierasche –
sottolinea il comunicato della Confederazione - Dare la possibilità di occupare superfici più
ampie significa dare la possibilità ai ristoratori di recuperare coperti, rispettando le misure
interpersonali e ampliando la sensazione di sicurezza per i clienti, allo scopo di far vivere
più serenamente momenti di svago evitando gli assembramenti. Per far vivere ai turisti un
momento di spensieratezza immersi nel cuore delle città, dei vicoli e delle botteghe
storiche, vicino ad un monumento. Oppure, seduti sui tavolini posizionati sugli incantevoli
lungomare delle città rivierasche, per assaporare un tramonto mozzafiato”.

“L’estate alle porte e la bella stagione – prosegue la nota - rappresentano un’occasione
irripetibile, per milioni di italiani, per vincere la paura, per uscire di casa, per viaggiare
sapendo di avere l’opportunità di esorcizzare il virus in sicurezza gustando un piatto
gourmet, un aperitivo, un caffe in grandi spazi all’aperto, nelle piazze, sui lungomare. Un
modo per rilanciare il commercio, la ristorazione e il turismo che, per quest’estate,
potranno contare quasi esclusivamente sulle presenze di turisti italiani, che a loro volta
difficilmente potranno recarsi all’estero.

E’ necessario un motivo in più per far muovere gli
italiani, per riconquistare la voglia di consumare serenamente una pizza, un gelato, un
buon piatto della tradizione culinaria italiana. Un aperitivo sotto il cielo stellato e seduti
nelle più belle piazze d’Italia rappresenta un elemento forte, un pensiero di attenzione
verso chi per mesi non ha potuto vedere amici e parenti. Verso chi è stato costretto –
conclude il comunicato della CNA - a tener chiusa la propria attività e ha bisogno di un
motivo in più per ripartire”.

Letto 105 volte
Vota questo articolo
Etichettato sotto:

 Miele: il clima condiziona la raccolta dell’acacia, nel Varesotto situazione fluida

Stagione parte sottotono in provincia: -20% sulla media secondo le prime stime, dopo un 2019 peggiore di sempre.

Domani la “Giornata delle Api”, “miele italiano è bene strategico e di qualità, importante riconoscerlo in etichetta”

VARESE – Sembra scongiurato il ripetersi di un altro “anno nero” per il miele della provincia di Varese, “ma non c’è affatto da festeggiare: le prime stime, infatti, indicano una flessione per la raccolta dell’acacia di almeno il 20% rispetto alla media, anche se è ancora presto per tracciare ogni bilancio. Stiamo smielando i primi alveari e, quindi, si tratta ancora di dati tendenziali”. E’ Maria Mineo Soldavini, apicoltrice del Varesotto, a tracciare le prime prospettive sulla stagione 2020 in occasione della Giornata delle Api che si festeggia domani (20 maggio) a livello planetario, dopo essere stata istituita dall’Onu nel 2018.

Ciò che emerge, per la provincia prealpina, è un quadro a macchia di leopardo e condizionata ancora una volta dal clima: le gelate tardive, laddove intervenute, hanno avuto ripercussioni negative, e così pure le piogge e i temporali della scorsa settimana hanno anticipato la fine delle fioriture. Va da sé che nei territori dove lo sviluppo vegetativo tende a essere più progressivo (come ad esempio le zone collinari che digradano verso i laghi) la situazione è sensibilmente migliore.

“Un altro anno con il segno meno è, purtroppo, un ulteriore colpo al cuore per un settore che ha pagato duramente l’esito disastroso della stagione 2019, che vide proprio la produzione d’acacia azzerate o ridotte del 90%: dove quest’anno si fanno 10/12 kg di raccolta, lo scorso anno non si superavano i due, e questo solo nei pochi casi più “fortunati” rispetto a un quadro nerissimo. Certo, siamo di fronte a tutt’altro scenario rispetto al 2019 ma non si tratta della svolta attesa, utile a compensare le gravissime perdite subite”.

Va ancora peggio in altre zone d’Italia, la produzione rischia di crollare fino all’80% rispetto alla media. Si tratta delle aree dove la siccità ha colpito più duramente, riducendo le fioriture e stressato le api.

Le difficoltà delle api – sottolinea la Coldiretti - sono un pericolo grave per la biodiversità considerato che sono un indicatore dello stato di salute dell’ambiente e servono al lavoro degli agricoltori con l’impollinazione dei fiori. In media una singola ape visita in genere circa 7000 fiori al giorno e ci vogliono quattro milioni di visite floreali per produrre un chilogrammo di miele. 3 colture alimentari su 4 dipendono in una certa misura per resa e qualità dall’impollinazione dalle api, tra queste ci sono le mele, le pere, le fragole, le ciliegie, i cocomeri ed i meloni secondo la Fao.

Ora è allerta per quanto riguarda il pericolo di “invasione” di miele straniero: l’anno scorso ne furono importati quasi 25 milioni di chili, con il 40% di provenienza ungherese e oltre il 10% dalla Cina. In altre parole quasi 2 barattoli di miele su tre sono stranieri: “Per evitare di portare in tavola prodotti provenienti dall’estero, spesso di bassa qualità, occorre verificare con attenzione l’origine in etichetta oppure di rivolgersi direttamente ai produttori nelle aziende agricole, negli agriturismi o nei mercati di Campagna Amica” consiglia Coldiretti Varese attraverso il presidente Fernando Fiori.

Il miele prodotto sul territorio nazionale dove non sono ammesse coltivazioni Ogm (a differenza di quanto avviene ad esempio in Cina) è riconoscibile attraverso l’etichettatura di origine obbligatoria fortemente sostenuta dalla Coldiretti. La parola Italia deve essere obbligatoriamente presente sulle confezioni di miele raccolto interamente sul territorio nazionale mentre nel caso in cui il miele provenga da più Paesi dell’Unione Europea, l’etichetta – continua la Coldiretti – deve riportare l’indicazione “miscela di mieli originari della CE”; se invece proviene da Paesi extracomunitari deve esserci la scritta “miscela di mieli non originari della CE”, mentre se si tratta di un mix va scritto “miscela di mieli originari e non originari della CE”.

In Italia – spiega la Coldiretti – esistono più di 60 varietà di miele a seconda del tipo di “pascolo” delle api: dal miele di acacia (che è tra i più diffusi, e con cui si produce anche il Miele Varesino Dop), al millefiori, da quello di arancia a quello di castagno (più scuro e amarognolo), dal miele di tiglio a quello di melata, fino ai mieli da piante aromatiche come la lavanda, il timo e il rosmarino.

Letto 69 volte
Vota questo articolo
Etichettato sotto:
Martedì, 19 Maggio 2020 07:48

Trattamento Privacy su Leucensia

Privacy Policy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice della Privacy

Ai sensi dell'articolo 13 del codice della D.Lgs. 196/2003, vi rendiamo le seguenti informazioni.

Noi di Leucensia.it riteniamo che la privacy dei nostri visitatori sia estremamente importante. Questo documento descrive dettagliatamente i tipi di informazioni personali raccolti e registrati dal nostro sito e come essi vengano utilizzati.

File di Registrazione (Log Files)

Come molti altri siti web, il nostro utilizza file di log. Questi file registrano semplicemente i visitatori del sito - di solito una procedura standard delle aziende di hosting e dei servizi di analisi degli hosting.

Le informazioni contenute nei file di registro comprendono indirizzi di protocollo Internet (IP), il tipo di browser, Internet Service Provider (ISP), informazioni come data e ora, pagine referral, pagine d'uscita ed entrata o il numero di clic.

Queste informazioni vengono utilizzate per analizzare le tendenze, amministrare il sito, monitorare il movimento degli utenti sul sito e raccogliere informazioni demografiche. Gli indirizzi IP e le altre informazioni non sono collegate a informazioni personali che possono essere identificate, dunque tutti i dati sono raccolti in forma assolutamente anonima.

Questo sito web utilizza i Cookies

I cookies sono piccoli file di testo che vengono automaticamente posizionati sul PC del navigatore all’interno del browser. Essi contengono informazioni di base sulla navigazione in Internet e grazie al browser vengono riconosciuti ogni volta che l’utente visita il sito.

Cookie Policy

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorarne l’esperienza di navigazione, consentire a chi naviga di usufruire di eventuali servizi online e monitorare la navigazione nel sito.

Come disabilitare i Cookies

E’ possibile disabilitare i cookies direttamente dal browser utilizzato, accedendo alle impostazioni (preferenze oppure opzioni): questa scelta potrebbe limitare alcune funzionalità di navigazione del sito.

Gestione dei Cookies

I cookies utilizzati in questo sito possono rientrare nelle categorie descritte di seguito.

  • Attività strettamente necessarie al funzionamento
    Questi cookies hanno natura tecnica e permettono al sito di funzionare correttamente. Ad esempio, mantengono l’utente collegato durante la navigazione evitando che il sito richieda di collegarsi più volte per accedere alle pagine successive.
  • Attività di salvataggio delle preferenze
    Questi cookie permettono di ricordare le preferenze selezionate dall’utente durante la navigazione, ad esempio, consentono di impostare la lingua.
  • Attività Statistiche e di Misurazione dell’audience (es: Google Analytics)
    Questi cookie ci aiutano a capire, attraverso dati raccolti in forma anonima e aggregata, come gli utenti interagiscono con i siti internet fornendo informazioni relative alle sezioni visitate, il tempo trascorso sul sito, eventuali malfunzionamenti. Questo aiuta a migliorare la resa dei siti internet.
  • Cookie di social media (es: Facebook)
    Questi cookie di terza parte vengono utilizzati per integrare alcune diffuse funzionalità dei principali social media e fornirle all’interno del sito. In particolare permettono la registrazione e l’autenticazione sul sito tramite facebook e google connect, la condivisione e i commenti di pagine del sito sui social, abilitano le funzionalità del “mi piace” su Facebook e del “+1″ su G+.

Finalità del trattamento

I dati possono essere raccolti per una o più delle seguenti finalità:

  • fornire l'accesso ad aree riservate del Portale e di Portali/siti collegati con il presente e all'invio di comunicazioni anche di carattere commerciale, notizie, aggiornamenti sulle iniziative di questo sito e delle società da essa controllate e/o collegate e/o Sponsor.
  • eventuale cessione a terzi dei suddetti dati, sempre finalizzata alla realizzazione di campagne di email marketing ed all'invio di comunicazioni di carattere commerciale.
  • eseguire gli obblighi previsti da leggi o regolamenti;
  • gestione contatti;

Modalità del trattamento

I dati verranno trattati con le seguenti modalità:

  • raccolta dati con modalità single-opt, in apposito database;
  • registrazione ed elaborazione su supporto cartaceo e/o magnetico;
  • organizzazione degli archivi in forma prevalentemente automatizzata, ai sensi del Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza, Allegato B del Codice della Privacy.

Natura obbligatoria

Tutti i dati richiesti sono obbligatori.

Diritti dell'interessato

Ai sensi ai sensi dell'art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti) del Codice della Privacy, vi segnaliamo che i vostri diritti in ordine al trattamento dei dati sono:

  • conoscere, mediante accesso gratuito l'esistenza di trattamenti di dati che possano riguardarvi;
  • essere informati sulla natura e sulle finalità del trattamento
  • ottenere a cura del titolare, senza ritardo:
    • la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intellegibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; la richiesta può essere rinnovata, salva l'esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni;
    • la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
    • l'aggiornamento, la rettifica ovvero, qualora vi abbia interesse, l'integrazione dei dati esistenti;
    • opporvi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che vi riguardano ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;

Vi segnaliamo che il titolare del trattamento ad ogni effetto di legge è:

  • Enrico Baroncelli
  • E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per esercitare i diritti previsti all'art. 7 del Codice della Privacy ovvero per la cancellazione dei vostri dati dall'archivio, è sufficiente contattarci attraverso uno dei canali messi a disposizione.

Tutti i dati sono protetti attraverso l'uso di antivirus, firewall e protezione attraverso password.

Informazioni per i bambini

Riteniamo importante assicurare una protezione aggiunta ai bambini online. Noi incoraggiamo i genitori e i tutori a trascorrere del tempo online con i loro figli per osservare, partecipare e/o monitorare e guidare la loro attività online. Noi non raccogliamo dati personali di minori. Se un genitore o un tutore crede che il nostro sito abbia nel suo database le informazioni personali di un bambino, vi preghiamo di contattarci immediatamente (utilizzando la mail fornita) e faremo di tutto per rimuovere tali informazioni il più presto possibile.

Questa politica sulla privacy si applica solo alle nostre attività online ed è valida per i visitatori del nostro sito web e per quanto riguarda le informazioni condivise e/o raccolte. Questa politica non si applica a qualsiasi informazione raccolta in modalità offline o tramite canali diversi da questo sito web.

Consenso

Usando il nostro sito web, acconsenti alla nostra politica sulla privacy e accetti i suoi termini. Se desideri ulteriori informazioni o hai domande sulla nostra politica sulla privacy non esitare a contattarci.

Letto 50 volte
Vota questo articolo