Il Blog di Enrico Baroncelli

Una presa di posizione trasversale tra consiglieri comunali di maggioranza e minoranza ha portato ieri
sera, appena dopo un anno e mezzo dalla sua elezione, al dimissionamento del Sindaco Piergiovanni
Montanelli.
Fatte salve alcune perplessità sulla intrecciata composizione politico-amministrativa dei 7 consiglieri
che hanno fatto decadere il Sindaco, noi che abbiamo sempre fatto opposizione costruttiva, benché
sempre ignorati dal primo cittadino Montanelli, non ci sentiamo di andare oltre la presa d’atto.
Certo è che il Sindaco defenestrato non è vittima di una congiura di palazzo, ma solo un Sindaco che
ha perso,secondo noi, contatto con molte problematiche che attengono ai cittadini galbiatesi.
Ora però bisogna abbozzare quelle risposte che Montanelli non ha saputo dare, a partire da un
coinvolgimento di partecipazione diretta, prima di ogni decisione importante, dei cittadini e delle loro
organizzazioni.

Galbiate ha bisogno di una amministrazione comunale e della guida che merita, perché è una
comunità che per il suo civismo merita moltissimo.
Per questo, ferma restante la nostra precondizione di ogni stop alle forze e soggettività di destra, noi
cercheremo di dare il nostro contributo per costruire una proposta politico-programmatica per le
elezioni necessarie al rinnovo del Consiglio Comunale e per una candidatura a Sindaco.
In sostanza oltre alla gestione pubblica dei” beni comuni” ed in particolare di Villa Serena, quello che
proponiamo, senza chiedere a nessuno di lasciare la propria storia, è un lavoro a rete, una pluralità di
pensieri e proposte di cose concrete da fare, per riprendere il filo dei bisogni della gente e andare loro
incontro, avendo anche il coraggio di proporre cose nuove e diverse dal passato, per rendere più
vivibile, più giusta ed equa la Galbiate di oggi e del futuro.

per Sinistra Lavoro di Galbiate
Francesco Coniglione

Giovedì, 30 Aprile 2020 07:33

ALCUNE DOMANDE SULLA RSA DI GALBIATE

Lettera aperta al Sindaco e ai Consiglieri Comunali di Galbiate
VILLA SERENA: dati e gestione dell’emergenza da Covid-19

Premesso che nelle RSA della Lombardia, stando ai dati emersi e ad alcuni articoli d’inchiesta della stampa,
pare si siano verificati una serie di insani comportamenti che hanno fatto emergere degli interrogativi sulla
gestione dei servizi;

· che, pur nelle lacunose e incomplete segnalazioni, la Magistratura ha ritenuto di avviare una serie di
procedimenti su molte RSA della Lombardia, in quanto potrebbero essere intervenuti comportamenti
inadeguati rispetto alla straordinaria emergenza pandemica, che è stata per lo più sostenuta solo dalla
generosità di molta parte del personale

· che, pur prendendo atto che dopo le richieste di informazioni da parte di alcuni consiglieri comunali di
minoranza e anche dopo il nostro comunicato, prima il Sindaco Piergiorgio Montanelli il 25 aprile, e poi anche,
la Direttrice della RSA, dott.ssa Alma Zucchi, il 26 aprile, hanno rispettivamente su “Leccoonline” rilasciato
alcune precisazioni.

RITENENDO UN DIRITTO/DOVERE DI TUTTI I CITTADINI CONOSCERE NEI DATTAGLI CIO’ CHE SI E’ REGISTRATO
ALL’INTERNO DI VILLA SERENA NELL’ARCO DI QUESTI MESI, CONDIVIDIAMO LA RICHIESTA DEI CONSIGLIERI COMUNALI
CHE HANNO PROPOSTO AL RIGUARDO UN CONSIGLIO COMUNALE AD HOC E AVANZIAMO CONTEMPORANEAMENTE LE
SEGUENTI DOMANDE PER SAPERE:

1. Quanti pazienti risultavano presenti a Villa Serena il 1° gennaio 2020 e quanti ne risultano al 30 aprile
2020?
2. Quanti operatori risultavano in servizio a gennaio 2020 e quanti sono in servizio al 30 aprile 2020?
3. In quale data Villa Serena è stata chiusa alle visite esterne ed in quale data è stata riaperta alle stesse?
4. Si è trattato di decisioni autonome della direzione sanitaria della RSA o dell’ATS?

5. Quanti casi di positività al Covid-19 sono stati riscontrati tra i pazienti in marzo e aprile 2020?
Tra questi, quanti sono stati i positivi al tampone e quanti per sola sintomatologia?
6. Quanti casi di positività al Covid-19 sono stati riscontrati tra gli operatori in marzo e aprile 2020?
7. Su quanti pazienti sono stati effettuati i tamponi per il Covid-19?

8. Su quanti operatori sono stati effettuati i tamponi per il Covid-19?
9. Su quanti pazienti/ospiti sono stati eventualmente effettuati esami sierologici?
10. Su quanti operatori sono stati effettuati eventualmente esami sierologici?
11. In quali date sono stati distribuiti i Dispositivi di Protezione Individuale?
12. All’inizio i Dispostivi di Protezione Individuale monouso erano in numero sufficiente a garantirne un corretto
utilizzo (cioè, a evitarne il non riutilizzo)? Se non da subito, da quale data lo sono diventati?

13. Quante volte sono state effettuate visite da parte dell’Unità operativa di igiene e sanità pubblica dell’ATS?
14. Quanti e quali documenti ufficiali da parte di Regione Lombardia e ATS per la gestione dell’emergenza
Covid-19 sono stati inviati ai dirigenti della RSA? E in quali date?
15. Quanti decessi si sono registrati in totale nei primi 4 mesi del 2020?
16. Quanti decessi si sono registrati in totale nei primi 4 mesi del 2017-2018-2019?

29 aprile 2020 il coordinamento provinciale di Sinistra Lavoro