Amministratore

Amministratore

Le scriventi Organizzazioni Sindacali Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola di Lecco, alla luce dei fatti accaduti alla docente di Palermo, esprimono la più profonda solidarietà alla professoressa Rosa Maria Dell’Aria, sospesa dal servizio in maniera del tutto iniqua. Le suddette OO.SS., dichiarando la loro totale contrarietà ad un modus operandi che risulta lesivo della dignità del lavoro e delle persone, sottolineano l’assoluta importanza del rispetto dei principi costituzionali che garantiscono libertà di insegnamento e di pensiero, fondamentali per l’esercizio di una cittadinanza attiva.

I fatti di Palermo ci dicono molto sullo stato di salute della nostra Democrazia e di come si voglia attaccare la Scuola come servizio pubblico in grado di creare cittadini liberi e consapevoli, colpendo chi lavora nella stessa con professionalità e coerenza, sminuendone il ruolo e il valore professionale. Ciò che è accaduto alla professoressa Dell’Aria è il sintomo di una pericolosa tendenza della politica a invadere e  condizionare gli spazi in cui si esercitano l’azione didattica e l’autonomia delle istituzioni scolastiche. Una tendenza che potrebbe facilmente accentuarsi nella prospettiva, da combattere e respingere nettamente, di un governo del sistema scolastico non più unitario e nazionale ma affidato alla competenza delle singole regioni.

Le Organizzazioni Sindacali, seppur consapevoli degli sviluppi di queste ore che parlano di una possibile revoca del provvedimento di sospensione, continuano a chiedere con forza l’immediato ritiro della sanzione e si impegnano ad attivare tutte le iniziative necessarie a garanzia di pluralismo, difesa delle prerogative professionali, tutela delle libertà costituzionali, difesa della Democrazia.


FLC CGIL Lecco         CISL Scuola                 MBLC UIL Scuola Lecco
Michela Magni           Mario Rampello           Giuseppe Pellegrino

Letto 266 volte
Vota questo articolo
Mercoledì, 22 Maggio 2019 08:39

ULTIMA ASSEMBLEA COMUNITA' MONTANA

Nell'ultima Assemblea della Comunità Montana del mandato 2014-2019 il Presidente Carlo Signorelli ha tracciato un bilancio dei risultati ottenuti e degli indirizzi futuri. "Abbiamo gestito l'Ente in un contesto difficile raggiungendo la maggior parte degli obiettivi prefissati nelle linee di mandato: sono stati distribuiti in 5 anni 1,766 milioni di contributi ai 26 comuni oltre agli accordi di programma, rispettando il criterio geografico e con un occhio di riguardo ai piccoli comuni; abbiamo proseguito la tradizione della gestione associata dei servizi sociali aggiungendo quello del SUAP che partirà a breve; sono stati approvati il PTC del Parco della Grigna settentrionale e l’aggiornamento al Piano per lo sviluppo socio-economico del territorio; sono stati fatti investimenti nell'area di Pratobuscante con la ristrutturazione della fornace, l'elisuperficie quasi completata e la sistemazione dell'anello stradale che circonda l'edificio, che verrà allargato e riasfaltato entro agosto".

Il Presidente ha sottolineato l'importanza di aver sbloccato i fondi del PIP per investimenti rilevanti, l'inclusione dei comuni a nord nelle Aree Interne e le operazioni in ufficio tra cui la stabilizzazione del personale e il rifacimento dell'ingresso dell'Ente. "Lasciamo alla prossima amministrazione le valutazioni finalizzate ad estendere l'area della nostra Comunità Montana e del Parco a comuni confinanti che hanno manifestato interesse - ha sottolineato Signorelli - e per dare impulso alle aree turistiche con particolare riguardo ai Piani di Bobbio, rifacendosi al nostro studio e magari sfruttando fondi che la Regione potrebbe mettere a disposizione in caso di assegnazione dell'Olimpiade." "Unico rammarico - chiude il Presidente - non avere avuto assegnati i fondi del GAL non per demerito del progetto ma per vizi formali e rigidità dei funzionari".

Alla fine saluti e ringraziamenti alla Giunta, ai rappresentati politici, al Sindaco coordinatore delle Aree interne e al personale dell'Ente. La nuova Assemblea verrà convocata circa tra il 15 luglio e il 15 settembre mentre la Giunta rimarrà in carica per l'ordinaria amministrazione.

 

Letto 243 volte
Vota questo articolo

GIORNATA NAZIONALE DEL SOLLIEVO: INIZIATIVE DI SENSIBILIZZAZIONE E SOLIDARIETA’ PRESSO GLI OSPEDALI DI LECCO E DI MERATE

Domenica 26 maggio si celebra la Giornata Nazionale del Sollievo, istituita al fine di diffondere la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale in favore di tutti coloro che stanno ultimando il loro percorso di vita, non potendo più giovare delle cure destinate alla guarigione. All’evento – che giunge quest’anno alla XVIII edizione -  partecipa come di consueto anche il Dipartimento della Fragilità dell’ASST di Lecco che, in collaborazione con alcune Associazioni di Volontariato del territorio ed in particolare ACMT, AVO, CRI, Fabio Sassi, Fare Salute, LILT e Fondazione Floriani, accolgono l’invito per la sensibilizzazione della popolazione offrendo lunedì 27 maggio 2019, presso le hall degli ospedali Manzoni di Lecco e Mandic di Merate, le gerbere della solidarietà. Presso gli stand sarà presente, a supporto dell’attività di informazione dei volontari, anche materiale divulgativo per diffondere la conoscenza della Rete Locale di Cure Palliative, che nel territorio della Provincia di Lecco è gestita e coordinata dal Dipartimento della Fragilità con a capo il Dr. Gianlorenzo Scaccabarozzi.

“La rete locale di cure palliative garantisce il coordinamento delle prese in carico dei malati e delle loro famiglie, favorisce l’integrazione operativa tra diversi attori e livelli di erogazione, tra questi l’ospedale, la medicina di famiglia, l’assistenza domiciliare e residenziale in hospice, con l’obiettivo di aggiungere valore ed efficacia alle cure dei malati in condizioni di cronicità complessa ed avanzata che manifestano un bisogno di cure palliative  - spiega il Dr. Scaccabarozzi -  “l Servizi Sanitari si confrontano sempre più spesso con la necessità di fornire risposte nuove e adeguate ai bisogni di una popolazione crescente di malati sempre più anziani, affetti da patologie cronico-degenerative in fase avanzata e in condizioni cliniche di estrema fragilità e di grave sofferenza, attraverso una tempestiva attivazione, un’attenta valutazione e una gestione coordinata dei percorsi assistenziali che ha l’obiettivo di migliorare la qualità dell’assistenza ai malati, accrescendone la soddisfazione. La giornata Nazionale del sollievo, con il prezioso supporto delle associazioni di volontariato, vuole sensibilizzare i cittadini in merito all’importanza di favorire nei percorsi di fine vita cure sempre più appropriate e proporzionate, attente alla relazione, coerenti con i bisogni, le aspettative, i desideri del malato e della sua famiglia”.

Letto 227 volte
Vota questo articolo

Risorse pubbliche spese a sostegno dell’oil and gas e mancati introiti: ecco tutti i numeri tra finanziamenti diretti e indiretti, riduzioni di accise, esenzioni e deducibilità dall’imponibile. 300 miliardi di dollari secondo l’IAE il valore complessivo di sussidi alle fonti fossili nel 2017. 18,8 miliardi di euro in Italia.

Legambiente: “Aggiornare subito il catalogo del ministero dell’Ambiente sui sussidi e inserire nel Piano Energia e Clima la road map per la cancellazione dei sussidi alle fossili entro il 2025”

Letto 260 volte
Vota questo articolo

Il documentario “Portavamo il sacco”, uscito nel Gennaio 2019, a cura di Riccardo Maffioli,  riguardante una storia di contrabbandieri tra il confine italiano e quello svizzero, ambientata negli anni '60 e oltre, è stato girato ispirandosi al libro “Lungo i sentieri del Contrabbando…” di Stefano Cassinelli e Pierfranco Mastalli.

Con piacere ti invito alla "PRIMA"  proiezione del documentario PORTAVAMO IL SACCO, nella sala cinema di MENAGGIO in data 1 APRILE alle ore 21,00.

Letto 222 volte
Vota questo articolo

INVIATE MESSAGGI, FOTO, ARTICOLI O COMUNICATI A
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Saremo lieti di pubblicarli

Letto 1619 volte
Vota questo articolo