Cassa integrazione guadagni in deroga: aggiornamento al 21 maggio

 

Sono 2.234 le imprese lecchesi interessate finora dai decreti regionali che autorizzano la concessione della cassa integrazione guadagni in deroga, l’ammortizzatore sociale previsto dai decreti legge 9/2020 e 18/2020 per affrontare l’emergenza causata dal Covid-19.

Per quanto riguarda la forza lavoro, risultano essere 6.651 i dipendenti coinvolti, per un totale di 2.162.177 ore di sospensione autorizzate.

La rilevazione, frutto di un’elaborazione effettuata dal Centro per l’impiego di Lecco della Provincia di Lecco su dati regionali, riguarda i primi decreti emanati da Regione Lombardia tra il 21 aprile e il 21 maggio 2020.

IN allegato:
Rilevazione cassa integrazione guadagni in deroga

Cassa integrazione guadagni in deroga: aggiornamento al 14 maggio

Sono 1.952 le imprese lecchesi interessate finora dai decreti regionali che autorizzano la concessione della cassa integrazione guadagni in deroga, l’ammortizzatore sociale previsto dai decreti legge 9/2020 e 18/2020 per affrontare l’emergenza causata dal Covid-19.

 

Per quanto riguarda la forza lavoro, risultano essere 5.079 i dipendenti coinvolti, per un totale di 1.650.078 ore di sospensione autorizzate.

 

La rilevazione, frutto di un’elaborazione effettuata dal Centro per l’impiego di Lecco della Provincia di Lecco su dati regionali, riguarda i primi decreti emanati da Regione Lombardia tra il 21 aprile e il 14 maggio 2020.

In allegato:

Rilevazione cassa integrazione guadagni in deroga

Cassa integrazione guadagni in deroga: aggiornamento al 7 maggio

Sono 1.682 le imprese lecchesi interessate finora dai decreti regionali che autorizzano la concessione della cassa integrazione guadagni in deroga, l’ammortizzatore sociale previsto dai decreti legge 9/2020 e 18/2020 per affrontare l’emergenza causata dal Covid-19.

Per quanto riguarda la forza lavoro, risultano essere 3.883 i dipendenti coinvolti, per un totale di 1.234.722 ore di sospensione autorizzate.

La rilevazione, frutto di un’elaborazione effettuata dal Centro per l’impiego di Lecco della Provincia di Lecco su dati regionali, riguarda i primi decreti emanati da Regione Lombardia tra il 21 aprile e il 7 maggio 2020.

In allegato: Rilevazione cassa integrazione guadagni in deroga

Sono 279 le imprese lecchesi interessate finora dai decreti regionali che autorizzano la concessione della cassa integrazione guadagni in deroga, l’ammortizzatore sociale previsto dai decreti legge 9/2020 e 18/2020 per affrontare l’emergenza causata dal Covid-19.

Per quanto riguarda la forza lavoro, risultano essere 520 i dipendenti coinvolti, per un totale di 152.489 ore di sospensione autorizzate.

La rilevazione, frutto di un’elaborazione effettuata dal Centro per l’impiego di Lecco della Provincia di Lecco su dati regionali, riguarda i primi decreti emanati da Regione Lombardia tra il 21 e il 28 aprile 2020.

In allegato la Tabella Rilevazione cassa integrazione guadagni in deroga

CONFUSIONE IN AMBITO BANCARIO E FINANZIARIO, INTERVIENE ANCHE BANCA D’ITALIA – CGIL E FISAC A FIANCO
DELLE LAVORATRICI E LAVORATORI DI OGNI SETTORE

Negli ultimi mesi, a causa della diffusione della pandemia, il Governo è stato costretto
all’adozione di molteplici misure che hanno portato ad un’iperproduzione normativa.
In tale situazione, i cittadini italiani hanno mostrato spesso incertezza nell’interpretazione
delle leggi emanate anche a causa della diffusione di notizie spesso non certificate ed
incontrollate che ha causato in molteplici situazioni l’aumento dei dubbi sui possibili
beneficiari.

Delicato risulta il settore economico bancario e finanziario, nel quale il Governo ha deciso
di intervenire con una serie di misure per cercare di dare respiro a cittadini a imprese,
tuttavia utilizzando in alcuni casi un linguaggio tecnico-specialistico non chiaro alla
totalità della popolazione, anche se necessario per il settore di riferimento, oppure
lasciando alcune situazioni senza una normativa chiara che ha lasciato quindi ampi
margini di interpretazioni da parte delle banche, spesso rivelatesi non corrette.
Denunciamo che sul territorio Lecchese troppo spesso riceviamo segnalazioni da parte
di lavoratrici e/o lavoratori in Cassa Integrazione di difficoltà ad esperire la pratica di
anticipo con una banca. Anche le moratorie sui mutui procedono a rilento così come i
finanziamenti garantiti alle imprese in difficoltà.

Nel contempo i lavoratori del settore bancario denunciano spesso di avere input
contraddittori dalle direzioni circa le priorità da dare nella propria attività in questa fase
emergenziale (vendita dei prodotti o assistenza alle persone bisognose)

La CGIL e la FISAC Lecco sono impegnate a dare supporto informativo alle persone che
hanno difficoltà a rapportarsi con le Banche nell’ambito delle difficoltà incontrate.
In tale contesto risulta necessario informare che anche Banca d’Italia ha attivato un nuovo
canale di comunicazione per fornire informazioni ai cittadini e permettere di segnalare
eventuali controversie nel rapporto tra cittadini e banche o altri intermediari finanziari in
relazione alle misure governative adottate in seguito al Covid-19.

COME FARE:
Segnalare alla FISAC - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - le difficoltà o le inadempienze
riscontrate nel rapporto con le banche.

Da Lunedi 27 Aprile è inoltre disponibile un nuovo canale dedicato al pubblico
raggiungibile tramite il Numero Verde della Banca d’Italia 800196969 (opzione 0).
Il servizio è attivo tutti i giorni, 24h su 24.

Alle segnalazioni Banca d’Italia risponderà per telefono o per mail dal lunedì al venerdì
nella fascia oraria 8.30-13.30/14.30-17.30 entro indicativamente il giorno lavorativo
successivo alla richiesta
CGIL - LECCO FISAC/CGIL - LECCO